domenica, 23 Giugno , 24

Dopo il caldo il maltempo, è allerta gialla in 8 regioni

(Adnkronos) - Peggiorano oggi, domenica 23...

Roma, 51enne accoltellato in strada a Pietralata: è grave

(Adnkronos) - Un 51enne italiano è...

SuperEnalotto, numeri combinazione vincente 22 giugno 2024

(Adnkronos) - Nessun '6' né '5+1'...

Vino: si è chiuso “Rosso Morellino”, prossima tappa “InGravel Morellino”

AttualitàVino: si è chiuso "Rosso Morellino", prossima tappa "InGravel Morellino"

Guicciardini Calamai: ha interpretato spirito del Morellino di Scansano
Milano, 6 giu. (askanews) – Cala il sipario sull’edizione 2024 di “Rosso Morellino”, l’evento organizzato dal Consorzio Morellino di Scansano che ogni anno celebra la storica Denominazione della Maremma. Questa edizione, con una formula rinnovata, ha chiamato a raccolta produttori e giornalisti, ma anche i diversi attori che in Maremma, ognuno nel loro settore, contribuiscono ad accrescere la conoscenza e il prestigio del territorio della Denominazione.
“È stata un’edizione che ha interpretato pienamente lo spirito del Morellino di Scansano, in grado di esprimere nel bicchiere l’eccellenza della viticoltura del territorio maremmano, ma anche la sua capacità di abbinarsi ad altri mondi evocando congiunzioni inconsuete che ci consentono di dialogare con pubblici diversi” ha dichiarato il presidente del Consorzio, Bernardo Guicciardini Calamai, aggiungendo che “questa poliedricità ci permette di far conoscere sempre di più la nostra Denominazione e il suo territorio prezioso e incontaminato, stimolando il desiderio di venirlo a scoprire e sperimentarlo di persona”.
La due giorni è stata l’occasione per presentare il progetto “Precisiamo”, nato da un accordo di collaborazione siglato tra il Consorzio e l’Università di Pisa con il supporto finanziario della Regione Toscana. Lo studio, condotto da un gruppo di ricercatori coordinato dal docente di Agraria, Claudio D’Onofrio, si è concentrato sulle caratteristiche pedoclimatiche dell’area e sull’interazione tra il Sangiovese e i contesti produttivi della Denominazione dove nasce il profilo aromatico unico del Morellino di Scansano. L’analisi e lo studio dei dati “porteranno all’individuazione di cinque macro aree peculiari dove le pratiche di viticoltura di precisione e enologia di precisione, consentono di esaltare questo patrimonio di tipicità nella produzione delle uve e farne percepire le loro specifiche sfumature territoriali nelle differenti interpretazioni di Morellino”.
“Rosso Morellino” è stato anche occasione per rinnovare l’impegno del Consorzio nell’enoturismo, con la presentazione ufficiale della seconda edizione di “InGravel Morellino”, organizzata da Andrea Gurayev e Werner Peruzzo di Saturia Bike, che il 21 e 22 settembre richiamerà in queste terre gli appassionati di questo sport. “Tra le priorità del Consorzio c’è il desiderio di far scoprire il territorio incontaminato della Denominazione, in maniera immersiva e completa tra le bellezze dei suoi borghi e del suo paesaggio, sospeso tra il mare della costa toscana e il Monte Amiata” ha spiegato il direttore Alessio Durazzi, parlando di “un percorso di scoperta che diventa ideale nel momento in cui viene declinato attraverso l’e-bike e/o la Gravel, in una modalità che consente al turista di vivere il territorio ‘con il ritmo lento delle due ruote’, anche attraverso gli itinerari proposti nel portale Visit Morellino”.
Infine, da segnalare che il DamaDama Restaurant di Porto Ercole (Grosseto), diretto dall’executive chef Emiliano Lombardelli, è stato nominato “Morellino Ambassador”, il club di cui fanno già parte il Ristorante Caino a Montemerano, la Trattoria Da Burde a Firenze e Oste Cavour a Roma.

Articoli Correlati

Check out other tags:

Articoli Popolari