lunedì, 17 Giugno , 24

Ferrarini acquista complesso ex Aia a Reggio Emilia per nuovo stabilimento

AttualitàFerrarini acquista complesso ex Aia a Reggio Emilia per nuovo stabilimento

Sorgerà in un’area di 180mila mq nella località di Masone
Milano, 5 giu. (askanews) – Ferrarini acquista un terreno a Masone, nel comune di Reggio Emilia, dove sorgerà un nuovo grande stabilimento produttivo del brand emiliano, che sarà costruito nell’area dell’ex complesso di Aia nell’ambito di un importante intervento di rigenerazione urbanistica della zona. Lo spiega in una nota il gruppo alimentare dopo la firma del preliminare.
L’area, di una superficie totale di 180.000 metri quadrati con una potenzialità di 50.000 metri quadrati coperti, “costituirà il perno del percorso di sviluppo dell’azienda che, a un anno dall’ingresso nell’orbita del gruppo Pini – operatore del mercato suinicolo con circa 2 miliardi di fatturato nel 2023 – ha visto un nuovo slancio per il suo consolidamento nazionale e internazionale”.
Nel 2023, l’azienda ha registrato un fatturato di 150 milioni di euro e un aumento dell’export del 15% sull’anno precedente. Un trend confermato nei primi mesi del 2024, che hanno visto un incremento del fatturato del 15% e dei volumi dell’8%. Con il nuovo stabilimento, destinato alla produzione del prosciutto cotto e di altri salumi, si rafforza così il progetto di integrazione di filiera in cui Ferrarini sarà protagonista, agendo in sinergia con le altre strutture del gruppo, quali i macelli Pini Italia di Castelverde (CR) e Ghinzelli a Viadana (MN).
“Con estrema soddisfazione annunciamo oggi un traguardo molto importante per l’azienda, che certifica la solidità della visione a lungo respiro di una Ferrarini rinnovata, dagli ampi orizzonti di crescita e dalle grandi ambizioni – ha dichiarato Roberto Pini, presidente di Ferrarini – Con l’acquisto del nuovo stabilimento procede a pieno ritmo il piano di sviluppo designato al momento dell’ingresso nel gruppo Pini, che ha già visto tutti gli impegni mantenuti: il supporto finanziario, il raggiungimento della capacità massima di produzione nello stabilimento di Lesignano de’ Bagni e lo sviluppo di nuovi prodotti, per il quale ci saranno ulteriori novità nei prossimi mesi. L’annuncio di oggi sancisce un altro fondamentale tassello, che lancia Ferrarini in un progetto di filiera solido e integrato per ricoprire un ruolo sempre più di riferimento a livello nazionale e internazionale quale eccellenza e simbolo del made in Italy”.

Articoli Correlati

Check out other tags:

Articoli Popolari