giovedì, 13 Giugno , 24

Cina, Country Garden vuole vendere quota in produttore chip CXMT

AttualitàCina, Country Garden vuole vendere quota in produttore chip CXMT

Lo sviluppatore immobiliare andato in default a rischio liquidazione
Roma, 6 giu. (askanews) – Lo sviluppatore immobiliare cinese andato in default Country Garden sta cercando di vendere la sua partecipazione in ChangXin Memory Technologies (CXMT), un produttore di chip, per cercare di ridurre il suoindebitamento. Lo riferisce oggi il South China Morning Post.
La quota dell’1,68% è detenuta attraverso il venture capital del gruppo – Country Garden Venture Capital – fondato nel 2019. A fine marzo, CXMT ha raccolto 10,8 miliardi di yuan (1,37 miliardi di euro) in un round di finanziamento, portando la sua valutazione vicina a 140 miliardi di yuan (17,7 miliardi di euro).
Country Garden è stato il più grande sviluppatore immobiliare della Cina. Ma a ottobre scorso è andato in default su un’obbligazione denominata in dollari, costringendo i creditori a negoziare una ristrutturazione del debito. E’ stata anche presentata un’istanza di liquidazione presso il tribunale supremo di Hong Kong, che ieri ha ordinato un rinvio dell’udienza al 29 luglio, secondo quanto ha comunicato la stessa Country Garden alla Borsa di Hong Kong presso la quale è quotata.
Due giorni fa lo sviluppatore ha segnalato che le sue vendite messe a contratto per maggio sono croollate del 76% su base annua, a un totale di 4,3 miliardi di yuan (545 milioni di dollari), dopo un crollo dell’83% di aprile. L’arretramento è stato solo leggermente frenato dal pacchetto di salvataggio lanciato dal governo nelle scorse settimane a beneficio del settore immobiliare.
Country Garden aveva 1.360 miliardi di yuan (172,5 miliardi di euro) in passività totali al 30 giugno 2023, secondo i suoi ultimi conti pubblicati. Di questi, 258 miliardi di yuan (32,7 miliardi di euro) erano obbligazioni e prestiti bancari.
Il sviluppatore non ha presentato il suo rapporto annuale 2023 entro il 30 aprile, secondo le regole della borsa di Hong Kong.
CXMT è una compagnia tech sostenuta dallo stato, guida lo sviluppo dei chip di memoria a accesso casuale dinamico (DRAM) in Cina, che sono onnipresenti nell’elettronica di consumo, nei server e nei data center. La società, fondata nel 2016 e con sede a Hefei, nella provincia orientale di Anhui, rappresenta la migliore speranza della Cina per raggiungere i tre principali produttori mondiali di DRAM, i giganti sudcoreani Samsung Electronics e SK Hynix, e l’americana Micron Technology.
Nonostante sia stata colpita dalle restrizioni sulle esportazioni degli Stati uniti nel 2022, CXMT ha lavorato sui propri chip di memoria a grande larghezza di banda su misura per i processori di intelligenza artificiale (IA). Ha lanciato il primo chip DRAM a basso consumo della Cina del tipo double-data-rate-5 a dicembre.

Articoli Correlati

Check out other tags:

Articoli Popolari